Logo
 
 

Elenco dei provvedimenti

Corsi

Corsi di perfezionamento e di riqualificazione

Frequentare un corso con insegnanti qualificati le permetterà di migliorare le sue capacità professionali e di trovare più rapidamente un nuovo posto di lavoro.

Condizioni

Per poter frequentare un corso, lei deve:
  • essere disoccupato o
  • essere direttamente minacciato da disoccupazione;
  • essere iscritto ad un Ufficio regionale di collocamento (URC).

Quando è auspicata la frequentazione di un corso?

La scelta dei corsi è ampia. Il suo consulente la aiuterà a scegliere il corso che accrescerà le sue possibilità di trovare un lavoro. I corsi proposti riguardano vari ambiti: informatica, lingue, perfezionamento commerciale, tecnica, arti grafiche, industria alberghiera, gastronomia, ecc.

Esempio:

La signora Schuller, da svariati anni venditrice di scarpe in un negozio alla periferia di Losanna, si ritrova disoccupata in seguito al fallimento del suo datore di lavoro.
La signora Schuller si è appena sposata e decide di trasferirsi a Bellinzona, dove suo marito lavora come capo cuoco. Le sue conoscenze di italiano sono sommarie e dopo aver concluso gli studi non ha più avuto occasione di seguire corsi di lingua. Anche se le sue qualifiche sono molto buone, questa lacuna le impedisce, in Ticino, di ritrovare un lavoro nel suo campo.
Per questo motivo, sin dall'inizio il suo consulente URC le propone un corso intensivo di italiano, di tre ore al giorno, per tre mesi.
La Signora Schuller fa rapidi progressi e dopo quattro mesi trova un impiego in qualità di venditrice in una pelletteria.

Durata

La durata dei corsi deve essere adattata ai suoi bisogni. Può variare da qualche giorno a diverse settimane.

Cercare un lavoro: una priorità costante!

Lei è tenuto a continuare attivamente le sue ricerche di lavoro per tutta la durata del corso.
Stage di formazione
Lo stage di formazione, svolto presso un'azienda privata o un'amministrazione, ha lo scopo di approfondire le sue conoscenze nella formazione appena conclusa al fine di aumentare le sue possibilità di collocamento e permetterle di ritrovare rapidamente un lavoro.

Condizioni

Per poter effettuare uno stage di formazione, lei deve essere titolare di un attestato federale di capacità (AFC) o di un diploma di fine studi. Deve altresì essere disoccupato ed essere iscritto ad un Ufficio regionale di collocamento (URC).

Quando è auspicata la partecipazione ad uno stage di formazione?

Esempio

Nicola lavora da sei mesi come impiegato di commercio in un'impresa della regione di Neuchâtel.
In seguito ad una ristrutturazione, egli viene licenziato.
Pur avendo conseguito con risultati eccellenti il diploma di commercio, si rende conto che la sua mancanza di pratica professionale e di conoscenze della lingua tedesca, sia orali che scritte, costituiscono uno svantaggio.
Il suo consulente URC gli propone di effettuare uno stage di formazione di tre mesi, presso l'amministrazione del Canton Berna, come pure un corso di tedesco.
Grazie ai progressi compiuti e ai contatti instaurati durante il suo stage, conclusi i tre mesi di pratica Nicola è stato assunto presso l'amministrazione bernese.
La durata dello stage di formazione è determinata in funzione dei suoi bisogni, ma non supera i tre mesi.

Cercare un lavoro: una priorità costante!

Per tutta la durata dello stage, lei deve continuare a cercare attivamente un posto di lavoro.
Assegni di formazione

Scopo

Gli assegni di formazione le permettono di
  • acquisire la formazione di base che le manca o
  • adattare la sua formazione di base alle esigenze del mercato del lavoro
In altri termini:
Se non si dispone di una formazione professionale o se la formazione non è più spendibile sul mercato del lavoro, è possibile beneficiare di un aiuto da parte dell'assicurazione contro la disoccupazione per svolgere un tirocinio e ottenere un AFC.

Durata

Gli assegni vengono versati per il periodo necessario alla formazione, ma al massimo per tre anni.

Condizioni

Per aver diritto a questo provvedimento, lei deve:
  • avere almeno 30 anni
  • essere disoccupato e iscritto all'Ufficio regionale di collocamento (URC)
  • aver presentato una domanda, in collaborazione con l'azienda disposta ad occuparsi della sua formazione e
  • aver ottenuto l'autorizzazione dell'URC

Esempio

La signora Bianchi, 34 anni, non dispone di alcuna formazione professionale, ma ha lavorato come ausiliaria in diverse aziende di produzione.
È disoccupata da sette mesi e, nonostante le intense ricerche, non trova lavoro.
Dopo aver effettuato colloqui presso l'Ufficio regionale di collocamento (URC) e l'Ufficio per l'orientamento scolastico e professionale, decide di svolgere un tirocinio di una durata di tre anni come Operatore sociosanitario OSS con l'aiuto degli assegni di formazione.
Partecipazione a un'azienda di esercitazione

Aziende di esercitazione

Desidera acquisire esperienza o una formazione complementare, in particolare nel settore commerciale? In tal caso, l'azienda di esercitazione fa al caso suo. Il principio "learning by doing" (imparare lavorando) alla base di questo provvedimento le permetterà di acquisire esperienza e nuove conoscenze professionali in un contesto che rispecchia la realtà. Le sue possibilità di inserirsi più rapidamente nel mondo del lavoro aumenteranno!

Le aziende di esercitazione simulano tutti i settori di attività

Nel settore commerciale, ad esempio, un'azienda di esercitazione acquista e vende prodotti fittizi in collaborazione con altre aziende di esercitazione. L'esecuzione di queste operazioni permette di sviluppare, a livello amministrativo, finanziario, contabile, bancario, ecc. attività reali che lei dovrà effettuare.
Nel settore artigianale e tecnico, ad esempio, potrà svolgere lavori di fabbricazione, costruzione, progettazione, ecc. al fine di acquisire un'esperienza professionale o di imparare nuove tecniche.

Condizioni

Per poter lavorare in un'azienda di esercitazione, lei deve essere disoccupato, essere iscritto all'Ufficio regionale di collocamento (URC) e avere l'autorizzazione del suo consulente URC.

Requisiti necessari

Questo provvedimento è concepito per le persone che, non avendo un'esperienza pratica immediata e recente, hanno difficoltà di collocamento. La priorità è data
  • ai giovani disoccupati che hanno concluso il tirocinio
  • alle donne che riprendono un'attività professionale

Esempio:

Silvana ha 42 anni. Per molti anni si è occupata dell'educazione dei propri figli.
In istanza di divorzio, Silvana constata che la sua situazione finanziaria sta peggiorando e, di conseguenza, inizia a cercare lavoro.
Ben presto si accorge che le tecniche di lavoro sono cambiate radicalmente e che avrà grandi difficoltà a trovare un lavoro. Decide quindi di annunciarsi all'URC.
Al fine di facilitare il suo reinserimento nel mercato del lavoro, il suo consulente le propone un periodo di pratica in un'azienda di esercitazione che le permetterà di acquisire esperienza e nuove conoscenze. Inoltre, le propone un corso di burotica.
Questi sei mesi in un'azienda di esercitazione e il corso di burotica le riapriranno le porte del mercato del lavoro.

Durata

Di norma, è di 6 mesi.

Cercare un lavoro: una priorità costante!

Per tutta la durata della sua formazione presso un'azienda di esercitazione, lei deve continuare a cercare attivamente un lavoro. La ricerca deve naturalmente essere compatibile con gli orari di lavoro in vigore presso l’azienda.
Assegni per il periodo di introduzione
Gli assegni per il periodo di introduzione possono essere versati nel caso in cui lei necessita di un'introduzione speciale per essere in grado di fornire le prestazioni richieste dal suo datore di lavoro.
Richiami l'attenzione dei datori di lavoro, con i quali è già in contatto, su questo provvedimento. Esso può infatti costituire un aiuto prezioso per una futura assunzione!

Condizioni

Per poter ottenere gli assegni per il periodo di introduzione lei deve:
  • essere disoccupato e iscritto all'Ufficio regionale di collocamento (URC),
  • aver presentato una domanda, in collaborazione con l'impresa interessata e
  • avere l'autorizzazione dell'URC

Durata

La durata del periodo di introduzione è stabilita in funzione dei bisogni individuali dell'assicurato, ma è limitata a sei mesi.

Esempi

Il signor Rossi, 54 anni, è disoccupato da otto mesi. Per molti anni, ha lavorato presso una grande banca, dove era responsabile della distribuzione della posta. Una compagnia di assicurazione sarebbe disposta ad assumerlo e ad integrarlo nel suo servizio di sicurezza. Il signor Rossi non ha mai lavorato in questo ambito ed ha bisogno di un periodo di adattamento e di una formazione. Di conseguenza, egli non può essere efficace sin dall'inizio. A questo punto, intervengono gli assegni per il periodo di introduzione. Il consulente URC propone al datore di lavoro di finanziare il 40% del salario del signor Rossi per sei mesi, il periodo necessario affinché egli possa familiarizzarsi con le sue mansioni. Il datore di lavoro accetta e il signor Rossi viene assunto.
Semestre di motivazione
Il semestre di motivazione è un provvedimento ideato in particolare per i giovani che si ritrovano disoccupati al termine dell'obbligo scolastico oppure per quelli che hanno interrotto un tirocinio, superato l'esame di maturità o interrotto una formazione postobbligatoria.
Il semestre di motivazione combina di norma formazione e occupazione.

Durata

Durante un periodo di sei mesi, tale provvedimento offre ai giovani disoccupati una struttura che li aiuterà a scegliere il tipo di formazione da seguire.

A quali condizioni può partecipare a un semestre di motivazione?

  • Lei è disoccupato e iscritto all'Ufficio regionale di collocamento (URC)
  • ha terminato la scuola dell'obbligo e non ha trovato un posto di tirocinio o
  • ha interrotto il suo tirocinio o una formazione scolastica postobbligatoria

Esempio

Cresciuta in un ambiente molto autoritario, Jaqueline aveva un comportamento del tutto normale durante la scuola dell'obbligo, ma appartiene ai gruppi a rischio per quanto riguarda la dipendenza.
Suo fratello maggiore non ha alcuna formazione.
Sin dall'inizio del semestre di motivazione, Jaqueline si integra bene nel gruppo e acquisisce una certa stabilità.
Tuttavia, si fa notare per le sue assenze, è poco coscienziosa e non ha alcun obiettivo preciso nelle sue ricerche di lavoro.
Si entusiasma facilmente, ma ben presto il suo interesse cala.
Dopo alcuni mesi, opta per una formazione (nella vendita) e effettua stage di orientamento professionale in varie aziende.
Infine, trova un'azienda che, sebbene reticente, è disposta ad offrirle un posto di tirocinio.
I responsabili del semestre di motivazione negoziano con l'azienda la possibilità per Jaqueline di svolgere una formazione professionale di base che le permetta di ottenere un certificato federale di formazione pratica (CFP). Il datore di lavoro le chiede di essere perseverante. Le persone responsabili del semestre di motivazione l'assisteranno fino all'inizio del tirocinio e l'aiuteranno a sopperire alle lacune scolastiche. Attualmente, Jaqueline sta effettuando un tirocinio nella suddetta azienda e tutti sperano che l'estate prossima potrà cominciare la sua formazione.

Vuole saperne di più?

Consulti i resultati dell'indagine sui semestri di motivazioni della Svizzera 2015/2016.   (versione francese)
Partecipazione a un programma per l'occupazione temporanea

Scopo

Un programma per l'occupazione temporanea le fornisce l'occasione di esercitare un'attività in relazione con la sua professione, permettendole di utilizzare e approfondire le sue conoscenze professionali.
Con l'aiuto dell'Ufficio regionale di collocamento (URC), lei potrà trovare l'attività che corrisponde ai suoi bisogni.
In effetti, i programmi per l'occupazione temporanea vengono organizzati nei più svariati settori, ad esempio
  • natura e protezione dell'ambiente
  • attività sociale (bambini, anziani, ecc.)
  • riciclaggio di materiali diversi
  • lavori presso amministrazioni pubbliche.

Lei può altresì frequentare un corso

Per l'intera durata del programma, lei ha la possibilità di frequentare un corso (generalmente un giorno a settimana). Ne parli con il suo consulente URC.

Durata

In generale, un programma per l'occupazione temporanea dura sei mesi. In casi particolari, può essere prolungato su decisione dell'URC. Il tempo di lavoro corrisponde a quello in vigore nelle aziende private.

Condizioni

Per poter partecipare ad un simile programma, lei deve essere disoccupato e iscritto all'URC.

Quando è auspicata la partecipazione ad un programma per l'occupazione temporanea?

Esempio

Il signor Bolognini, 40 anni, lavora da 20 anni come tipografo in una grande azienda.
Un giorno, il suo datore di lavoro decide di introdurre nuove tecnologie di stampa.
Il signor Bolognini perde il suo lavoro in quanto non è formato per utilizzare tali tecnologie.
Non appena ricevuta la lettera di disdetta, egli si annuncia all'URC.
Il consulente del personale constata che le conoscenze del Signo Bolognini non corrispondono più alla realtà del mercato del lavoro e che il signor Bolognini quest'ultimo non ritroverà più un lavoro nel suo campo se non rinfresca le proprie conoscenze.
Egli propone al signor Bolognini un'occupazione temporanea organizzata appositamente per i tipografi disoccupati.
Nella parte "formazione" di questo programma, il signor Bolognini impara i nuovi metodi maggiormente utilizzati in materia di stampa.
In seguito, può esercitare ciò che ha appena imparato nella parte pratica del programma. In effetti è corresponsabile della stampa del giornaletto pubblicato dal programma di occupazione.
Durante il programma per l'occupazione temporanea, il signor Bolognini viene convocato varie volte da aziende per effettuare test di idoneità. Dopo due colloqui, riceve già un'offerta di lavoro!
Dopo sei mesi di occupazione temporanea, il signor Bolognini è contento di poter ritrovare un lavoro duraturo.

Cercare lavoro: una priorità costante!

Per tutta la durata del programma, lei deve continuare a cercare attivamente un lavoro. Se trova un impiego, il suo programma di occupazione temporanea deve essere immediatamente interrotto.
Periodo di pratica professionale

Scopo

Un periodo di pratica professionale presso un'azienda privata le offre la possibilità di acquisire esperienze professionali o di approfondire le sue conoscenze.
I contatti che avrà occasione di allacciare aumenteranno le sue possibilità di essere assunto nell'azienda o nell'ambito di una professione simile.

Durata

Un semestre di motivazione dura in genere da quattro a sei mesi.

A quali condizioni può effettuare un periodo di pratica professionale?

Lei è disoccupato e iscritto all'Ufficio regionale di collocamento (URC). Ha concluso in linea di massima una formazione e non ha alcuna esperienza professionale oppure, nonostante la sua esperienza, non ha trovato lavoro.

Esempio

La signora Polli ha terminato brillantemente il suo tirocinio di commercio. Nonostante le intense ricerche di lavoro, vista la mancanza di esperienza professionale non trova lavoro. Il suo consulente le trova un posto di praticante presso la segreteria di un'importante società di distribuzione. Grazie ai contatti instaurati, dopo quattro mesi la signora Polli è assunta da un cliente dell'azienda come impiegata specializzata in un servizio acquisti.

Cercare un lavoro: una priorità costante!

Durante l'intero periodo di pratica, lei deve continuare a cercare attivamente un posto di lavoro.
Promovimento di un'attività indipendente
L'assicurazione contro la disoccupazione la aiuta ad avviare un'attività indipendente
  • esonerandola dal suo obbligo di cercare un lavoro per 90 giorni al massimo durante la fase di progettazione della sua attività indipendente o/e
  • assumendo parzialmente i rischi di perdita

Condizioni

Per poter beneficiare di questo provvedimento, lei deve
  • essere disoccupato e iscritto all'Ufficio regionale di collocamento (URC)
  • avere almeno 20 anni
È il consulente del personale dell'Ufficio regionale di collocamento a decidere in merito alla concessione di questo tipo di aiuto. Lei deve presentargli una bozza di progetto dimostrando che la sua futura attività indipendente è economicamente sostenibile e duratura.

Esempio

Il signor Donati, 44 anni, è senza lavoro da sei mesi. Prima di essere disoccupato, lavorava come giardiniere per il Cantone di Ginevra. Più si protrae il periodo di disoccupazione, più si convince che l'idea di mettersi in proprio è la soluzione ideale per lui. Ne discute con il suo consulente del personale e decide di lanciarsi.
Sottopone una bozza di progetto al suo consulente del personale e presenta una domanda per indennità giornaliere speciali. La sua domanda è stata accettata e il signor Donati dispone ora di quattro mesi per pianificare il suo progetto prima di iniziare l'attività.
Sussidi per le spese di pendolare e per le spese di soggiornante settimanale

Sussidi per le spese di pendolare e per le spese di soggiornante settimanale

Questo provvedimento intende favorire la sua mobilità geografica e compensare la perdita finanziaria che lei subirà se accetta un lavoro fuori della sua regione di domicilio.
Il sussidio per le spese di pendolare copre le spese di viaggio per recarsi dal suo luogo di domicilio al luogo di lavoro.
Se il luogo di lavoro è molto lontano dal luogo di domicilio e lo spostamento giornaliero risulta poco ragionevole, lei ha diritto ad un sussidio per le spese di soggiornante settimanale. La cassa di disoccupazione le rimborsa una parte delle spese effettive per il viaggio, il vitto e l'alloggio.

Durata

I sussidi per le spese di pendolare e per le spese di soggiornante settimanale sono versati per sei mesi al massimo.

Condizioni

Lei ha diritto di beneficiare di questi sussidi se è iscritto all'Ufficio regionale di collocamento (URC) e ha accettato un impiego al di fuori della sua regione di domicilio in quanto non ha trovato lavoro nella stessa. Inoltre, lei deve subire una perdita finanziaria rispetto alla sua attività precedente dovuta al fatto che lavora al di fuori della sua regione di domicilio. Il suo URC potrà fornirle informazioni più ampie in merito alle condizioni da adempiere.

Esempio

Il signor Frey abita a Losanna. Egli è disoccupato da quattro mesi. Ingegnere PF, con molta esperienza nell'industria meccanica, non trova lavoro nella regione losannese. Egli presenta la sua candidatura per vari lavori, in particolare nella regione di Berna, dove trova un lavoro.
Le spese di pendolare tra il luogo di domicilio e il luogo di lavoro verranno rimborsate per sei mesi al massimo.
Provvedimenti speciali in caso di licenziamenti collettivi

Servizi del mercato del lavoro interni all'impresa (SIML)

Il SIML è gestito da un'azienda che licenzia per motivi economici ed è di norma limitato alla durata del termine di disdetta dei partecipanti. Il suo scopo è quello di offrireai lavoratori minacciati da disoccupazione, il più presto possibile e nell'ambito dell'usuale contesto aziendale, i servizi (consulenza, centro domande e offerte di lavoro, aiuto per le candidature a posti di lavoro, corsi, ecc.) che permettono loro di trovare un impiego prima che subentri la disoccupazione. Il SIML rappresenta un'alternativa a basso costo alle organizzazioni di trasferimento.

Organizzazione di trasferimento

Di che cosa si tratta?

Un'organizzazione di trasferimento è un'istituzione che, mediante un'offerta diversificata di provvedimenti di reintegrazione, aiuta i lavoratori difficilmente collocabili e le persone vittime di licenziamenti collettivi. L'assistenza fornita riguarda di norma tutta una serie attività, come la ricerca attiva di un'occupazione, la preparazione di un'attività indipendente, la ricerca di possibilità di guadagno intermedio, corsi di perfezionamento e impieghi in programmi d'occupazione temporanea.
Lo studio e la progettazione di un'organizzazione di trasferimento nascono dalla collaborazione tra l'azienda che licenzia e il servizio cantonale competente.

Formalità

I lavoratori entrano a far parte dell'organizzazione di trasferimento alla scadenza del loro termine di disdetta. Con il consenso dell'ex datore di lavoro, possono però entrarvi prima in modo da poter approfittare il più rapidamente possibile di un'assistenza intensiva. Il datore di lavoro continuerà a versare loro il salario fino al momento in cui entrerà in gioco l'assicurazione contro la disoccupazione.